Affronta la Primavera con consapevolezza ed energia nuova

Affronta la Primavera con consapevolezza ed energia nuova

Durante i cambi di stagione è particolarmente importante avere cura del proprio corpo e della propria alimentazione per evitare gli squilibri e la sensazione di stanchezza.

Simbologie antiche

Nella medicina antica, la Primavera era associata all’elemento naturale dell’Aria. Ad essa corrisponde, infatti, un’energia che si traduce in un movimento deciso verso l’alto. Basti pensare alle piante e alle foglie che spuntano dopo il lungo periodo invernale.

L’immagine associata alla Primavera è, dunque, quella di un Albero che nel suo crescere costante esprime simbolicamente una spinta ascensionale.

In questa fase l’energia si muove con ordine e con finalità precise; è leggera, veloce e dinamica, ma anche schietta e innocente come un germoglio.

Corrispondenze corporee

Nella filosofia macrobiotica l’elemento Albero-Legno è generato dall’Acqua che gli fornisce nutrimento ed energia. Gli organi corrispondenti sono Fegato e Vescicola Biliare che esprimono l’emozione della rabbia intesa come aggressitività.

Per questo i gusti associati a questa fase prediligono le intonazioni acide e trovano corrispondenza con il colore verde.

I cibi che forniscono un utile apporto energetico in questa fase sono soprattutto i germogli e le verdure primaverili a foglia verde e piccola. Le cotture da prediligere sono quelle a vapore o ottenute tramite la bollitura e la scottatura delle verdure.

Ricetta primaverile

Un ottimo modo per realizzare una ricetta primaverile è quello di utilizzare l’orzo assieme alle verdure.

Dopo aver lavato e lasciato a bagno l’orzo per almeno una notte intera, lo si cuoce a pressione per circa 50 minuti utilizzando 4 tazze d’acqua (può essere anche l’acqua di ammollo) con l’aggiunta di una manciata di sale.

Mentre l’orzo è in cottura, si possono preparare le verdure (ad esempio carote, sedano, cipolle, aglio) tagliandole a pezzi piuttosto grossi e cuocendole a vapore. Successivamente, le si lavora con il passaverdure fino ad ottenere un composto di consistenza morbida.

Dopo aver scaldato un po’ di olio in una casseruola e aver fatto rosolare uno spicchio d’aglio, saltare il passato di verdure per qualche minuto. Da ultimo cospargerlo di maggiorana e aggiungervi l’orzo mescolando delicatamente. Si raccomanda di lasciar riposare almeno 10 minuti prima di servire.