Cibi per una calda estate

Cibi per una calda estate

21.06.19

Oggi è il 21 giugno, solstizio d’estate. Il solstizio (composto da sol-, "sole" e -sistere, “fermarsi") d’estate (dal latino Aed-stats “Calore”), è il giorno più lungo dell’anno; in astronomia questa espressione indica il momento in cui il sole raggiunge, nel suo moto apparente lungo l'eclittica, il punto di declinazione massima.

È il momento in cui la luce, dopo aver raggiunto il suo massimo, comincia la fase calante, lasciando ogni giorno sempre più spazio al buio.
Qui l’energia creata della primavera raggiunge l’apice, e in medicina cinese viene associata all’immagine del Fuoco: una energia che dal centro si irradia verso l’esterno, va in tutte le direzioni e trasmette calore.

Gli organi associati sono Cuore e Intestino Tenue, che ci danno la possibilità di esprimere l’emozione della gioia (intesa come soddisfazione di aver ottenuto lo sperato). Il gusto è l’amaro e il colore è il rosso.

I cibi che sostengono questa fase sono:
Cereale: mais
Verdure: verdi a foglia larga, germogli, verdure fermentate, frutta
Tipo di cottura: cotture brevi, cibo crudo, verdure saltate, cotture veloci

Hummus, la nostra ricetta leggera e senza aglio

L'Hummus è un antipasto a base di ceci e tahin, tipico del Medio Oriente, perfetto per accompagnare pane azimo o bruschette.

Ingredienti: 1 tazza di ceci ben cotti, 1-2 tazze di acqua di cottura dei ceci, 1 cucchiaio di prezzemolo tritato, 3 cucchiaini di succo di limone, 2 cucchiaini di shoyu*, 1 cucchiaio di tahin** chiaro. 

Passare i ceci nel passaverdura aggiungendo acqua se necessario. Aggiungere gli altri ingredienti e mescolare bene. La consistenza deve essere abbastanza compatta.

*Shoyu: salsa di soia prodotta con i fagioli di soia cotti al vapore e fermentati con sale acqua. Lo shoyu è più leggero, perché prodotto con l’aggiunta di frumento.

**Tahin (crema di sesamo): è una salsa a base di semi di sesamo bianco tostati e tritati. Chiamata anche tapina, tahini, burro di sesamo o crema di sesamo, è diffusissima in Nord Africa, in Turchia, in Grecia e in oriente. Ha una consistenza morbida e densa e viene usata tradizionalmente per preparare l’hummus di ceci.