Shiatsu per neonati: come funziona e quali sono i vantaggi

Shiatsu per i neonati: funziona veramente?

Lo Shiatsu per i neonati è uno tra i temi più dibattuti nel nostro settore. Il trattamento può essere efficace anche sul corpo di un essere umano con meno di un anno di vita? Le piccole dimensioni sono una limitazione? La difficoltà di comunicare è un problema?

In questo articolo cerchiamo di rispondere a queste domande a partire dalle osservazioni fatte durante un’esperienza continuativa nell'ambito del Centro Regionale Veneto della Terapia del Dolore e Cure Palliative Pediatriche. Ringraziamo con l’occasione l’operatrice Marisa Fogarollo per la disponibilità nel condividere l’esperienza.

Shiatsu e neonati: migliorare la degenza in ospedale

Se stare in ospedale è spiacevole per un adulto, lo è ancora di più per un bambino: disturbi e patologie che costringono a trascorrere intere giornate in degenza non portano solo dolore ma anche indisposizioni, insonnia, agitazione, stress.

La collaborazione tra la Scuola Internazionale di Shiatsu e il Centro Regionale Veneto è cominciata nel 1996 proprio per rispondere a questa necessità, con il progetto “Valutazione dell’efficacia dello Shiatsu nelle coliche addominale del lattante”. Il gruppo si è costituito nel reparto di ostetricia dell’Ospedale di  Padova, tra le mamme che seguivano il corso pre-parto, con l'obiettivo di fornire assistenza e supporto durante la degenza ospedaliera.

Fin da subito, si mette in chiaro che non si cerca di curare le eventuali patologie del neonato ma di aiutarlo  a stare bene, a rilassarsi in un ambiente non ideale, facilitando indirettamente anche il decorso del piano clinico.

 DIEGO 005 22 02 13 2016 05 23 09 54 14 UTC

 

Gli effetti dello Shiatsu sui neonati

Com’è, per un operatore Shiatsu, eseguire un trattamento su un neonato? Quali sono i vantaggi per quest'ultimo?

Per rispondere a questa domanda riportiamo le parole di Marisa Fogarollo, operatrice e insegnante della Scuola Internazionale di Shiatsu e coordinatrice del progetto.

“Lavorare sui neonati è qualcosa di speciale. Nel corso della loro vita gli adulti costruiscono dei blocchi nel proprio corpo. Il neonato - soprattutto se sta bene - non ha blocchi: il trattamento è quindi più semplice, più particolare. Ovviamente la pressione sul corpo cambia, la pelle del neonato va appena sfiorata con la massima delicatezza. Con gli adulti capita anche di trattare punti che possono essere lievemente dolorosi, mentre con il neonato il trattamento deve essere sempre molto piacevole e confortevole.

Dato che il neonato non è in grado di comunicare come un adulto, l’operatore deve essere più ricettivo: il neonato ha comunque il suo modo di farsi capire (es. pianto, sorriso, tensione del corpo) e quando il rilassamento si fa ancora più profondo, si addormenta.

Solitamente si cerca di coinvolgere anche la madre nel trattamento, in modo che capisca dove sono le tensioni: sarebbe importante che fossero i genitori stessi a rilevare tensioni e a fare il trattamento (in modo basico), in un dialogo tra genitore e figlio.”

Il progetto dedicato ai neonati ha superato i vent'anni di età e riscuote ampi consensi, aprendo nuove strade e nuove opportunità per chi pratica Shiatsu. Il 3 febbraio prossimo si terrà a Padova un seminario dedicato ad approfondire l'argomento.

 

Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci! O meglio ancora, vieni a trovarci in uno dei nostri centri!