SHIATSU E PENSIERO MACROBIOTICO

Riportiamo di seguito un breve estratto di un testo fondamentale della nostra scuola, “Lo Shiatsu e il pensiero macrobiotico”, scritto dal direttore generale e fondatore della Scuola Internazionale di Shiatsu Italia Attilio Somenzi.

“Ho lavorato per tre anni a questo testo con l’iniziale intento di colmare una lacuna nella letteratura che si occupa delle discipline naturali. Mancava infatti un testo che mettesse in relazione shiatsu e macrobiotica. Lo shiatsu da me imparato e sviluppato si riferisce allo stile Iokai elaborato dal Maestro giapponese Shizuto Masunaga. Questo mio lavoro tenta di colmare tale lacuna mettendo in rapporto queste due discipline e ipotizzandone la complementarietà.
Ritengo di dare un contributo all’argomento, favorendo lo studio della filosofia macrobiotica nelle scuole di shiatsu ed il suo inserimento nei programmi della Federazione Italiana Shiatsu.
Non esiste, dunque, nessun testo che parli di shiatsu e macrobiotica in modo approfondito. Ci sono i libri di Michio Kushi che ne parlano, ma in modo piuttosto superficiale, considerando lo shiatsu come semplice supporto all’alimentazione macrobiotica.
In secondo luogo è mio convincimento che la macrobiotica, come disciplina, sia poco e mal conosciuta. Fino ad oggi, i testi che parlano di macrobiotica e gli esperti in questa materia mettono l’accento quasi esclusivamente sul cibo, sul modo di nutrirsi, sull’energia dei cibi e su come ottenere la salute e una vita felice grazie al cibo (per questi argomenti rimando a “Il grande libro dell’ecodieta” di Carlo Guglielmo e a tutti quei testi che parlano di cucina e forniscono ricette). Si parla di filosofia e spiritualità della macrobiotica, ma sempre come fatto secondario all’alimentazione. In realtà questa disciplina è sostenuta da una teoria e una filosofia molto profonde ed attuali. È questa parte che ho cercato di sviluppare, perché in essa vi sono insegnamenti e stimoli alla ricerca personale molto interessanti.

Che cosa accomuna lo stile Masunaga alla Macrobiotica?
Ricerca del benessere psico-fisico come appagamento e pace interiore che diventa pace nel mondo. Spinta alla prevenzione e alla ricerca della salute. Il corpo intero come centro di osservazione.
Entrambe queste due discipline si basano sulla ricerca personale e non sulla ripetizione più o meno consapevole di un kata o di una teoria. Conseguentemente, diventano per il praticante e lo studioso due stili di vita molto simili e complementari.
Unico è il concetto di malattia e di salute considerando l’uomo nella sua interezza. Entrambi inducono all’educazione di se stessi e alla consapevolezza del proprio esistere, assumendosene la responsabilità.
Entrambe hanno una visione olistica della persona inserita in un ambiente col quale dialogare e rapportarsi e in un macrocosmo col quale scambiare e dal quale ricevere energia e insegnamento. Lo shiatsu di Masunaga permette all’operatore di entrare in contatto col ricevente e nello stesso specchiarsi, scoprendosi e imparando a conoscersi. Anche la macrobiotica ci fornisce gli strumenti per ascoltarsi e per riconoscerci nell’altro.
Entrambe spingono a sperimentare e a riconoscere su se stessi gli effetti dello studio fatto.
La pressione agisce a vari livelli di profondità e stimola la presa di coscienza di corpo, mente e spirito. Operatore e ricevente sono in grado di conoscere e riconoscere il proprio livello di salute.

Lo studio e il cibo, nella concezione macrobiotica, permettono, analogamente, di conoscere e riconoscere il proprio livello di salute. Le parole chiave della macrobiotica si possono riassumere nel “Non credere”, “Non forzare”, “Non giudicare”. Anche Masunaga sensei insegna le stesse cose quando stimola gli operatori a sperimentare e a rinnovare se stessi e lo shiatsu.
Infine trovo importante e necessario che si riconosca come molti degli aspetti menzionati si sposino molto bene con lo shiatsu che, partito dalle tecniche e dagli scritti di Masunaga, può trovare ulteriori supporti teorico/filosofici nella macrobiotica”.

Per approfondire l’argomento potete trovare il libro “Lo Shiatsu e il pensiero macrobiotico” qui